Via Pascoli, 100 - Cattolica RN

Il punto Stomaco 36 (ST36)

Shiatsu, Trattamenti Manuali Olistici a Cattolica (Rimini)

Il punto Stomaco 36 (ST36)

Il punto 36 del Meridiano dello Stomaco (St36) è forse lo tsubo più utilizzato, grazie ai suoi potenti effetti e all’ampia gamma di applicazioni. E’ uno dei punti più importanti per il mantenimento ottimale della salute e il rafforzamento del sistema immunitario.

In cinese viene chiamato “Zu San Li” che significa “Tre miglia” (o tre distanze) sulla gamba e ci ricorda la sua posizione (3 distanze = 4 dita sotto il ginocchio). Si dice che i seguaci di Mao durante la “Lunga Marcia” abbiano utilizzato questa tecnica per combattere la stanchezza alle gambe. Era tradizione infatti che antichi viaggiatori orientali se lo autotrattassero regolarmente  per ridare vigore agli arti inferiori.

Il punto Stomaco 36 si trova a una distanza di circa quattro dita sotto la rotula sul lato esterno della gamba, nella depressione tra la tibia e il muscolo tibiale anteriore. Per trovarlo occorre piegare la gamba a 90° tenendo il ginocchio fra indice e pollice con il medio contro il bordo dell’osso (la tibia). Il punto si trova sotto il polpastrello del dito medio.

La stimolazione di ST36 favorisce il benessere generale, elimina la stanchezza, tonifica e rafforza le gambe. Essendo un punto di comando dell’addome, ha effetti diretti sull’appetito e sulla digestione che viene regolarizzata.

Il punto Stomaco 36 offre una varietà di benefici che supportano un equilibrio naturale:

  • Allevia dolori e gonfiori
  • Armonizza lo stomaco
  • Invigorisce l’intero meridiano
  • Regola la milza
  • Sostiene, regola e rafforza il Qi
  • Ravviva lo Yang e al contempo nutre lo Yin
  • Dato che la Terra è la madre del Metallo nella teoria dei cinque elementi, ST36 sosterrà lievemente il funzionamento dei polmoni

Può essere utile inoltre per alleviare: dolore al ginocchio e gamba, dolore alla tibia, dolore e dilatazione addominali, allergie, asma, dolori al petto, tosse, problemi all’apparato digerente e gastrointestinali, indigestione, vomito, giramenti di testa, febbre, ipertensione, convulsioni, problemi all’apparato riproduttivo e debolezza generale.

Come auto-trattare ST36:

  • Da seduti, sovrapporre le dita delle mani, puntare la punta del polpastrello dell’indice sul punto e premere tirando verso di sé. Mantenere una pressione statica per alcuni minuti.
  • Trattare allo stesso modo da entrambi i lati.
  • Il punto non va trattato o stimolato in gravidanza.

Fonte 1 e Fonte 2

Tags: , , , ,

2 risposte

  1. Avatar Luigi ha detto:

    Grazie dell’articolo.

  2. Avatar Gherardo ha detto:

    Buongiorno una domanda: Da seduti, sovrapporre le dita delle mani, puntare la punta del polpastrello dell’indice sul punto e premere tirando verso di sé.
    Onestamente non ho capito sarebbe una spiegazione migliore?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *