Via Pascoli, 100 - Cattolica RN

Caffè e mal di schiena

Shiatsu, Trattamenti Manuali Olistici a Cattolica (Rimini)

Caffè e mal di schiena

Navigando sul web ho trovato la notizia relativa ad una ricerca del 1998* che dimostrerebbe una correlazione tra consumo di caffeina e incidenza del mal di schiena.

Gli studiosi McPartland e Mitchell (Gruppo di Studio della Scoliosi e delle patologie vertebrali), autori di questo studio, hanno riscontrato che i pazienti con dolore cronico consumano mediamente 2,6 volte più caffeina rispetto ai pazienti di controllo. Dunque sembrerebbe che chi è affetto da mal di schiena tenda ad assumere più caffeina, la quale a sua volta peggiora il dolore vertebrale in una sorta di circolo vizioso.

Spesso il soggetto con dolore cronico dorme male e per questo motivo è spesso stanco. Così assume caffeina per combattere la sua condizione di stanchezza cronica. Questo comportamento determina un incremento del mal di schiena e dei disturbi del sonno e la persona è spinta ad un ulteriore aumento del consumo di caffè. L’alto dosaggio di caffeina infatti, stimolando la produzione di epinefrine, sensibilizza alcuni recettori muscolari che amplificano la percezione del dolore.

Ho sperimentato su me stesso che dosi anche non elevate di caffeina possono contribuire a provocare dolori vertebrali. Con grande sorpresa ho constatato che i miei dolori lombari mattutini si riducono e scompaiono completamente se elimino le due tazzine di caffè che sono solito bere ogni giorno.

Con la pratica dello Shiatsu mi sono imbattuto in soggetti che consumano abitualmente anche più di cinque tazzine al giorno. Costoro, pur presentando una colonna vertebrale perfetta, una buona postura e un buon livello delle capacità fisiche di base, avevano il meridiano del Rene in vuoto e spesso soffrivano di dolori lombari, anche cronici. Ho pensato dunque che fosse il caffè a indebolire il Rene e che potesse essere, seppure indirettamente, la causa dei loro dolori. Il caffè infatti si denatura in un sottoprodotto denominato acido urico che è conosciuto per sovraccaricare i reni e che contribuisce inoltre a provocare la gotta ed i calcoli renali.

Ho consigliato loro quindi di ridurre o eliminare il consumo di caffè per tutto il periodo in cui si sono sottoposti ai miei trattamenti. Questa restrizione alimentare e il mio Shiatsu hanno contribuito a migliorare la loro condizione: i loro dolori vertebrali si sono ridotti notevolmente, si sentivano più calmi e “centrati”.

Chi soffre di mal di schiena cronico dovrebbe dunque limitare il consumo di caffeina soprattutto se si rende conto che ne abusa, o che l’irritabilità e l’ansietà contribuiscono a peggiorare il dolore o a cronicizzarlo.

Fabio Ronci

* http://www.backschool.it/18.html

Tags: , , , , , , , , , , ,

Una risposta.

  1. Avatar arturo ha detto:

    Interessante articolo e anche divertente. Io utilizzo ”posture right” della doctor Lutaevono per il mal di schiena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *